Rao Erbe

Laboratorio Erboristico Artigianale

Trasformazione e lavorazione di piante ed erbe medicinali ed aromatiche

Rao Erbe | Laboratorio Erboristico Artigianale Rao Erbe | Laboratorio Erboristico Artigianale Rao Erbe | Laboratorio Erboristico Artigianale Rao Erbe | Laboratorio Erboristico Artigianale

La Rao Erbe darà inizio al corso di alta formazione in Fitoterapia e Fitopreparazione Applicata nel mese di Giugno 2017. Per maggiori informazioni scarica il Programma.

Rao Erbe | Azienda erboristica artigianale

Metodo produttivo

Lavorazione delle erbeLa metodologia di fondo è quella che viene definita come "diffusione". La diffusione consiste nel permettere alla pianta di cedere il proprio fito-complesso, o totum, nel solvente appropriato con cui viene messa a contatto, senza fare subire alla pianta stessa quello che noi definiamo trauma estrattivo. La procedura invece più usualmente utilizzata è definita come dilavamento e consiste nel macinare e dilaniare le cellule del vegetale, "costringendolo" a cedere le proprie sostanze, e, cosa ancor più grave, è che questa procedura va fatta prima di porre la massa vegetale a contatto con il solvente, esponendo in tal modo le preziose sostanze ad una più rapida ossidazione, e quindi deterioramento, dei principi attivi quanto del fito-complesso, il tutto a discapito del buon prodotto finito.
La diffusione con cui operiamo l'estrazione delle nostre amiche piante, così come da procedura prettamente aziendale, è un vero bagno dì immersione nell'idoneo solvente, senza fare subire alla pianta la distruzione delle proprie cellule, dove è conservato il patrimonio salutistico. Tale dolce naturale operazione, permette al fito-complesso di liberarsi spontaneamente nella sua soluzione appropriata (questa costituita dall'inconfutabile criterio di base, quanto alchemico che chimico, del simile scioglie simile) com cellula intatta quindi ancora viva e vitale.

Riempimento capsuleNel momento che la pianta entra nel suo bagno estrattivo, si attiva naturalmente un processo per osmosi, vale a dire che la soluzione opportunamente preparata penetra nelle cellule intatte facendole rigonfiare; ciò esporrà la membrana cellulare, le cui pareti sono divenute meno permeabili, a cedere le proprie preziose sostanze trasferendole quindi alle molecole della soluzione, arricchendole fino a saturazione, e cioè fino a quando non si instaura quell'equilibrio tra esterno e interno della cellula. L'esperienza determinerà il tempo necessario per questo bagno estrattivo a cui ne seguiranno altri fino a totale esaurimento del fito-complesso.
Ora, nel totum (fito-complesso), che tra l'altro più recenti studi hanno dimostrato essere il vero responsabile della sana ed equilibrata attività salutistica della pianta, ecco che, grazie al procedimento sopra descritto, non solo sostanze vengono trasfuse e diffuse nella soluzione estrattiva, ma anche quelle forze che noi definiamo principi energetici, cioè quella energia vitale che ogni essere porta in sé, quella forza che spinge alla vita, alla crescita, che trovano un'armonia d'insieme nel nostro prodotto pronto per essere utilizzato a beneficio per il proprio benessere.

Un pensiero personale

Lavorazione delle erbeTotum e Fito-complesso stanno ad indicare di base lo stesso concetto, vale a dire ciò che la pianta, nell'insieme delle sue sostanze, possiede nella sua totalità o nella sua complessità.
Da sempre, infatti, tanto nelle nostre metodologie estrattive che nella filosofia di fondo che ha sostenuto e sostiene sempre il nostro operato, vige (salvo dovute eccezioni) che è tutta la pianta, appunto nel suo fito-complesso o totum estrattivo, ad agire dal punto di vista basilarmente fisiologico nell'organismo.
Qui, complesse ma naturali sinergie, si adoperano tra azione e depurazione grazie alla contemporanea e soprattutto naturale presenza dei cosiddetti Principi Attivi e quelli che noi definiamo "Principi Inerti". In verità essi non sono di fatto inerti in quanto la loro presenza garantisce l'adeguato ed indispensabile smaltimento delle tossine, prodotto dal metabolismo organico, e delle sostanze introdotte, alimenti compresi.

TorchiaturaEcco perché, salvo le dovute eccezioni imposte da giuste normative, la nostra attenzione è polarizzata soprattutto alla qualità della materia prima fatta di buone coltivazioni, giusto raccolto, rispetto dei tempi balsamici e giusta essiccazione, con particolare attenzione ai processi ossidativi che vengono tenuti rigorosamente sotto controllo grazie alle metodologie da noi adottate, per giungere alla fine alla ottimizzazione del buon prodotto finito.
Ora, alla luce di questo, titolare un estratto diventa sicuramente secondario. Le piante sono state e continueranno ad essere utili all'uomo con o senza titolo; prova ne è che sono arrivate ai giorni nostri attraversando i millenni e le diverse cangianti culture dove l'uomo, saggio ed attento, ha da sempre saputo vedere l'armonia e l'equilibrio con cui Madre Natura sa operare.
Conoscenza, esperienza, ricerca, sono di certo gli ingredienti indispensabili al buon fine di tutto il processo, dove tale bagaglio, gestito dall'umana intelligenza, sa cooperare ed è il caso di dire sinergizzarsi appunto con l'intelligenza di Madre Natura.

Felice Rao